Discorso sulla vita :: Recital del Gruppo GIOIA. Introduzione. Sono presenti i canti tutti composti da Massimo Mandruzzato ed eseguiti dal gruppo Gioia.

Introduzione


Accanto a noi c'è gente che sorride e gente che piange; gente in buona compagnia e gente sola, gente amata e gente respinta: gli accolti e gli esclusi, i primi e gli ultimi. Questo lo sappiamo, anche se a volte facciamo finta di niente. Il più forte fa violenza al più debole. I “primi” calpestano gli “ultimi”, gli arrivati emarginano i diseredati. La realtà ODIO cerca di sopprimere un innato desiderio di amore. Oggi a molti bambini non è concesso di vedere la luce del sole, il verde dei prati, l'azzurro del cielo. Questi piccoli esseri indifesi vengono eliminati in nome della civiltà, del progresso, del benessere...
Una mentalità materialistica sta spegnendo migliaia di vite, sta estinguendo migliaia di focolari.
Un bimbo, anche se appena concepito, è persona ed ha diritto di vivere! La vita deve essere rispettata, ma fin da quando comincia è già in pericolo. Sono molti i genitori che uccidono o maltrattano i loro figli. Muoiono molti più bambini al di sotto dei cinque anni per le sevizie dei loro genitori o parenti, di quanti non ne muoiano per tubercolosi, tosse convulsa, poliomielite, diabete, febbre reumatica e peritonite messe insieme.
Cosa ci si potrà aspettare dalle nuove generazioni, se il clima in cui vivono è di violenza, di rifiuto, di paura?
La nostra società che si ritiene avanzata è piena di violenza, odio, oppressione. Come fa un bambino a trovarsi a proprio agio e sentirsi al sicuro?



Se visualizzi questo messaggio è perchè
non hai il plugin necessario alla
visualizzazione dei filmati Flash.
Consulta questa pagina:

Get Adobe Flash player