Canto: LETTERA DI UN VECCHIO ABBANDONATO dal Recital del Gruppo GIOIA: Discorso sulla vita. Testi e Musica del Gruppo Gioia.
LETTERA DI UN VECCHIO ABBANDONATO
vecchio abbandonato

Una strada senza uscita, un uccello senza ali.
Ho vissuto la mia vita ed ora son rinchiuso qui.
Caro amico scrivo a te, quel che più non sentirò:

la voce di mio figlio
la campana della chiesa
i ricordi di una vita
non li rivivrò mai più non li sentirò mai più.

La domenica è passata ed è un giorno come tanti
ho aspettato invano qui una visita un saluto.
Caro amico scrivo a te, quel che più non rivedrò:

il volto di mio figlio
il cortile della casa
il treno che fischiava
e portava via con sé una parte di me.